MUSEO ALBINO LUCIANI

nuovo a Canale D'Agordo (BL)

 
 

MUSEO ALBINO LUCIANI - MUSAL

CANALE D’AGORDO (Belluno - Dolomiti)

 

La storia umana ecristiana di Albino Luciani pone le sue radici in questo ambiente dolomitico. In questo villaggio, in un’umileabitazione, il 17 ottobre 1912 vide la luce Albino Luciani, divenuto papa il 26agosto 1978 con il nome di Giovanni Paolo I. In soli 33 giorni di Pontificato èstato capace di lasciare un ricordo indelebile e profondo nel cuore di tutti.

Attraverso la visita a questo museo eai luoghi di Albino Luciani non vogliamo solo trasmettervi informazioni su ungrande uomo e pastore della Chiesa; ci auguriamo anche di farvi vivere unmomento di serenità, che possa ritemprarvi nello spirito.

Fondazione Papa Lucianidi Canale d’Agordo

GUIDA DELMUSAL – MUSEO ALBINO LUCIANI

 Pianoterra

Stanza 1 - Ingresso e biglietteriaMusal

Stanza 2 - Bookshop

Seminterrato

Stanza 1 - Riassume la storia dellaPieve di Canale, il centro principale della vallata e unica Parrocchia di untempo.

Stanza 2 - Descrive alcune dellepersonalità più importanti della vallata, distintesi in campo artistico, culturalee religioso.

Primopiano

Stanza1 - Descrive l’operapastorale di don Antonio Della Lucia e di don Filippo Carli, due parroci moltoimportanti per la storia della vallata.

Stanza2 - Racconta l’infanzia diAlbino Luciani.

Stanza3 - Approfondisce gli annidi studio di Albino Luciani.

Secondo piano

 Stanza1 – Racconta gli undicianni di Luciani nella diocesi di Vittorio Veneto e i nove anni a Venezia comePatriarca, insieme alla sua nomina a Cardinale avvenuta nel 1973.

Stanza2 - Ricostruzione del Conclavedel 1978.

Stanza3 - Rivive in questa stanzail Pontificato di Giovanni Paolo I con tutti i suoi momenti più toccanti e letestimonianze di devozione dei fedeli.

I luoghi di AlbinoLuciani

 

Casa natale

Originariamente era costituita dauna metà in muratura, destinata ad abitazione, e dall’altra metà in legno,utilizzata come fienile e stalla. Qui anche da vescovo e cardinale ritornavaAlbino Luciani per incontrare i familiari o per qualche periodo di riposo.L’ultima volta vi ha soggiornato nel marzo 1978, pochi mesi prima dell’elezionea Pontefice.

Chiesa arcipretale di San GiovanniBattista

È la chiesa che ha visto nascerela vita cristiana e la vocazione di Albino Luciani e dove lui ritornava perraccogliersi in prolungata preghiera.La vicenda di Albino Luciani è ricordata dal fonte battesimale, dove egliricevette i riti dell’iniziazione cristiana, dall’altare centrale di Dante Moro(1979), che riporta scolpiti i momenti più importanti della sua vita e dallastatua in bronzo raffigurante Papa Giovanni Paolo I (1982), da molti anni metadi devozione.

Via Crucis dedicata a Papa Lucianilungo la storica via Cavallera

Da piazzaPapa Luciani ha inizio la Via Crucis che, lungo la strada silvopastorale di Cavallera,si snoda per circa due chilometri in un ambiente naturale suggestivo eraccolto. 

La convenzione per i soci CTG prevede l'ingresso al Museo al prezzo ridotto di € 5,00 anziché € 7,00.

INFORMAZIONI

Fondazione Papa Luciani ONLUS

P.zza Papa Luciani 4

tel. 0437/1948001

www.fondazionepapaluciani.it



 

 

Copyright © 2017 CTG